fbpx
Skip to main content

DPCM e padel: si può giocare in zona arancione?

| AmarantoIdea |

Il Dpcm del 3 novembre tocca anche il mondo del padel: si può giocare a padel ora nelle zone arancioni? Con l’istituzione di zone arancioni e rosse in tutto il territorio nazionale il panorama normativo cambia e il settore del padel è di nuovo costretto ad adeguarsi. Vediamo insieme cosa cambia e se è permesso giocare a padel anche nelle zone arancioni.

Dpcm 24 ottobre 2020, padel solo all’aperto

Se lo sport del padel tennis era stato uno dei primi a ripartire dopo la chiusura di marzo e aprile, oggi si trova a fare i conti con nuove strette. Già nel Dpcm del 24 ottobre 2020 infatti il padel era stato concesso ma solo per strutture e campi all’aperto.

Il padel era infatti stato – a ragione – definito: “non rientrante nelle categorie di sport di contatto” e dunque permesso, con il rispetto delle misure di sicurezza.

Gli imprenditori che hanno scelto la nostra copertura electric cover si sono trovati in questo caso avvantaggiati rispetto a chi aveva optato per una copertura non apribile. Possiamo portare l’esempio di un’attività della nostra città: il Tennis Club di Terni. I ragazzi del Club hanno potuto infatti continuare a far giocare i propri clienti in sicurezza proprio grazie alla copertura apribile. Per tanti altri operatori del settore però, il danno è stato importante.

Tanto più che il Ministero delle Sport ha equiparato le strutture coperte con aperture laterali a strutture chiuse. Si legge infatti che: “Ai fini delle disposizioni del Dpcm, il pallone tensostatico o campi con coperture pressostatiche sono da equipararsi ad un locale al chiuso“

Ci sono comunque alcune eccezioni. E’ consentito giocare a padel in tendoni o tensostrutture che abbiano aperture laterali per almeno il 50% della superficie laterale della struttura e con una distanza non inferiore ai 5 metri da mura o recinzioni esterne.

In caso di strutture a cupola – come la nostra Ovalgeo – non solo sono necessarie le aperture laterali con le stesse condizioni ma anche un areazione meccanica. In questo caso, deve essere presente un sistema di aspirazione ed espulsione dell’aria dalla sommità della cupola.
Insomma, i nostri imprenditori hanno dovuto già affrontare regole severe.
Dal 3 novembre tuttavia qualcosa è già cambiato: si può ancora giocare a padel nelle zone arancioni istituite dal nuovo Dpcm?

Dpcm 3 Novembre e padel: sì nelle zone arancioni, ma solo entro il proprio comune

La risposta è sì, è ancora possibile giocare a padel nelle zone arancioni. Il Dpcm infatti ha stabilito che:  «l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), con la prescrizione che è interdetto l’uso di spogliatoi interni a detti circoli».

Quindi sì, possiamo giocare a padel, ma non possiamo utilizzare gli spogliatoi. Tuttavia, è necessario tenere conto che nelle zone arancioni è vietato uscire dal proprio comune. Il Dpcm lascia comunque uno spiraglio con l’art.2 comma 4/b secondo cui è possibile spostarsi: “per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”. 

Pare dunque che i tesserati a società sportive in altri comuni potranno recarvisi per giocare a padel, in campo all’aperto.

Giocare a padel nelle zone rosse

Pur non rientrando negli sport di contatto, nelle zone a scenario 4 – rosse – non è possibile giocare a padel. La gravità della situazione sanitaria in questa zone infatti impone un lockdown duro, per cui anche il padel ne paga le conseguenze. In particolare, secondo il Dpcm, non solo non è consentito giocare a padel ma è possibile solo: “svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie; è altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale”. Chiusi dunque i centri sportivi e sospesi tutti gli eventi e le manifestazioni di promozione sportiva.

Le competizioni nel padel permesse secondo il dpcm

Siamo sicuri che tanti di voi appassionati si dilettino in gare, più o meno importanti. Anche in questo caso, secondo la regola della priorità dell’evitare assembramenti, molti di voi dovranno rinunciare. Il Dpcm infatti prevede che siano consentiti solo gli eventi e le competizioni di interesse nazionale. Cosa si intende con questo? Parliamo di competizioni che siano state riconosciute con provvedimento del Comitato Olimpico Nazionale (CONI) o Paralimpico (CIP). Stop dunque alle gare inter-circoli ed amatoriali che tanto spopolano in questo sport. Rispetto al precedente dpcm sulle competizioni dunque, questo decreto aggiunge la specifica necessità di un provvedimenti CONI o CIP.
Di qui la lista di tutte le iniziative permesse secondo il CONI.

Insomma, l’importanza di una copertura apribile è ora ancora maggiore. Un investimento necessario in un momento incerto per tutti i centri sportivi. La nostra electric cover potrebbe fare la differenza tra mantenere la propria attività aperta o doverla chiudere. Che ne pensate? Scoprite la sezione dedicata o chiedeteci subito informazioni!

La AmarantoIdea è un’azienda dinamica e di grande esperienza che opera da diversi anni nel settore della produzione, commercializzazione, trasporto ed installazione di funzionali tendostrutture adatte ad ogni genere di utilizzo come può essere un evento di prestigio, una festa di paese, un campetto di calcetto e tantissimo altro ancora.

Via Delle Terre Arnolfe, 50 – 05100 Terni (TR)

0744 244790

345 9090561

info@amarantoidea.com

Open chat
Ciao, come possiamo aiutarla?